lunedì 4 maggio 2009

Considerazioni sulla children's week

Purtroppo la notizia che avevamo dato sulla nuova chain quest degli orfani del nord, legata ad Oracle e Frenzyheart, si è rivelata un fake, con grande delusione della sottoscritta, tra l'altro.

Ma a parte questo, vi avevamo promesso un post dedicato alle chain dei bimbi, qual'ora ci fossero stati dei cambiamenti, io le quest le ho fatte e mi sembra tutto normale, come negli anni scorsi, così, nel caso ne aveste bisogno, vi rimando all'ottima guida di wowhead alle due chain (Outlands e Azeroth), che non vi nascondo sono stata tentata di tradurre pedissequamente.

Una cosa che lascia l'amaro in bocca, legato a questo world event è proprio lo spirito
dell'evento stesso, se analiziamo i vari achivement dal punto di vista della storia.
Negli anni scorsi ci si prendeva cura di un bambino sfortunato, mostrandogli quello che c'era di bello nel mondo e spiegandogli che tutti potevano avere delle opportunità nel futuro. Quest'anno gli achivement legati alla Children's hanno spinto in tutt'altra direzione, distorcendo il senso di questa festività.
Il povero ragazzino si è trovato ad avere a che fare con delle persone tutt'altro che raccomandabili che gliene hanno combinato di ogni e per di più lo hanno portato su un campo di battaglia, rendendolo testimone dell'implicita creazione di altri orfani.

Dall'altro lato della medaglia invece c'è un problema legato alle meccaniche di gioco.
L'infame School of hard knocks, sta dndo non pochi problemi ai giocatori di tutto il mondo, perchè la difficoltà maggiore in questo caso è rappresentata dai compagni di squadra. Si viene infatti a creare un paradosso tale per cui non è più una gara tra Orda e Allenza, ma è Orda contro Orda e Alleanza contro Alleanza.
La frustrazione per non riuscire ogni volta nell'impresa non è condivisa solo dagli achivement hunter, ma anche da quelle persone che in questi giorni stanno farmando onore per recuperare i pezzi pvp arena. Risultato i bg sono invivibili.
E a testimoniare questo, dopo neanche un giorno di evento, ci sono oltre 40 pagine di malcontento puro sui vari forum ufficiali e non. 40 pagine non sono poche, forse qualche considerazione su quanto la situazione sia sfuggita di mano a Irvine dovrebbero farla.

Però, contrariamente ad ogni mia aspettativa, io e Marito siamo riusciti a completare l'achivement infame e lo abbiamo fatto con un hunter ed un lock (non proprio due classi pvp friendly, giocate da due bg-handicapped), speccati da raid e equippati senza un pezzo pvp. E' stata dura, penso di non aver mai tirato così tante madonne, ma la soddisfazione è stata impagabile.

3 commenti:

Avion 4 maggio 2009 14:09  

Quello che mi ha dato più problemi è stato il recupero della bandiera in WSG.
AV credevo avrei pianto sangue per farlo (4 torri per 40 assatanati), invece al secondo giro ho trovato un tizio dei nostri che ne piantonava una dicendo di prenderla solo se si doveva fare l'achievement.

Mab the Evil 4 maggio 2009 14:13  

Anche io ho pianto lacrime e sangue a WSG, dove ho trovato l'unico pla retri incapace di giocare la sua classe.
AV è stato il primo che sono riuscita a fare, dove appena ho capito come girava il vento mi son messa ad aspettare buona in un angolo che qualcuno riprendesse un bunker.
In AB ho trovato un pally gentilissimo che mi ha fatto cappare la bandiera e appena divenentata orda lui l'ha ricappata (abbiamo anche ballato insieme ^_^) e in EOTS ho dovuto aspettare che i nostri non si lanciassero tutti al centro, ma prendessero prima le torri -_-

faby,  6 maggio 2009 22:12  

lol, quoto completamente le considerazioni riguardo il fatto che 'sti poveri bimbi sono bistrattati di qua e di là in modo un po' poco 'consoni' x degli orfani di guerra, cmq x fortuna si tratta solo di un gioco :) lol, io gli ach non c'ho nemmeno provato a farli, in pvp sono una frana totale e cerco di non fare mai bg xché ogni volta divento un fiume di parolacce e porkonate varie, lol :(:( :)