lunedì 8 giugno 2009

Ulduar - Ignis the Furnace Master

Dopo un periodo di assenza riprendiamo a scrivere - e riprendiamo con il secondo incontro di Ulduar, con il custode della Colossal Forge, Ignis



Immediatamente oltre il cancello custodito da Flame Leviathan si apre un corridoio e, poco oltre, si trova un incrocio: proseguendo diritto si arriva ad XT-002 Deconstructor, svoltando a destra si arriva da Razorscale mentre svoltando a sinistra si arriverebbe da Ignis, se non fosse che prima bisogna vedersela con alcuni trash. Tutti questi trash si muovono a coppie di mob identici, in linea di massima un tank su ciascun mob e si uccidono uno per volta, salvo piccoli accorgimenti.

Molten Colossus

Una singola coppia di giganti custodisce l'accesso alla Colossal Forge. I due vanno tankati sfruttando gli angoli: fanno un attacco AoE che stunna, quindi l'ideale e' fare in modo che i tank stiano all'angolo, i giganti su un lato dell'angolo e gli healer sull'altro, in modo che questi ultimi siano fuori linea di vista e non vengano stunnati. Ci sara' da curare anche i DPS per i danni AoE provocati dai giganti.
In precedenza questi giganti mettevano anche un debuf non removibile che continuava a saltellare da un giocatore all'altro infliggendo danni finche' non fossero stati ripuliti tutti i trash fino ad Ignis e non ci si potesse tuffare nelle pozze d'acqua della Colossal Forge. Ora e' stato rimosso.

Forge Construct

Alcune coppie di questi golem pattugliano la Colossal Forge. Fanno delle random Charge che danneggiano e stunnano per 3 secondi e soffiano fuoco incendiando il pavimento a cono di fronte a loro. Basta tankarli spalle al muro e levarsi quando incendiano il pavimento

Magma Rager

Gli altri mob che pattugliano la forgia sono questi Fire Revenant. Ogni tanto sparano un Fire Blast da 6-8k danni ed evocano un Superheated Wind, un turbine di aria infuocata che si muove inseguendo membri a caso del raid. Chi viene toccato dal turbine viene sbalzato via e subisce danni, quindi e' opportuno scappare. Il tank non viene bersagliato dal turbine del proprio mob, ma puo' venire bersagliato dal turbine dell'altro, quindi e' opportuno tankarli a debita distanza l'uno dall'altro.


Ignis

Arriviamo quindi al boss. Ignis e' un Fire Giant con 5.6M di hp (19.6M in eroica). LE sue abilita' principali sono:
# Scorch - soffia di fronte a se', rimanendo fermo, infliggendo 25oo danni (4000 in eroica) al secondo. Il suolo di fronte a lui viene di conseguenza incendiato, infliggendo 3500 danni al secondo a chiunque vi sosti sopra
# Flame Jets - Ignis colpisce il suolo e getti di lava sbalzano tutti i membri del raid in aria, infliggendo circa 6000 (9000) danni e mettendo un dot da 1000 (2500) danni al secondo per 8 secondi. Chiunque stesse castando mentre viene colpito dai flame jet viene silenziato per 8 secondi.
# Activate Construct - Attiva uno dei golem che gli stanno intorno. Ogni golem ha oltre 3M di hp e va distrutto utilizzando il suolo incendiato dallo Scorch di Ignis (vedi sotto).
# Slag Pot - Ignis carica un membro a caso del raid che non sia il tank e lo mette nel crogiolo marsupio (grazie a Rhey per la correzione, NdMaDdi3) che ha sul ventre, infliggendogli 3500 (5000) danni al secondo per 10 secondi. Se il bersaglio sopravvive guadagna +100% haste per 10 secondi

Iron Construct

Questi golem vengono attivati da Ignis ed hanno troppi hp per essere uccisi alla "vecchia maniera". Ognuno di loro ha un'aura che aumenta i danni di Ignis del 15%. Ignis fa abbastanza male di suo (meno di quanto non ne facesse appena uscita Ulduar), ma un debuf del genere e' comunque piuttosto fastidioso. Il debuf in questione cumula fino a 99 volte, quindi e' imperativo eliminare i costrutti.
Mettendo un Iron Construct nel terreno incendiato dallo Scorch guadagna un debuf che cumula fino a 10 volte.
Quando cumula a 10 il construct diventa "Molten", rimane stunnato per 3 secondi, azzera l'aggro e guadagna un'aura che fa 7k danni fire ogni 6 secondi e un +100% velocita' di movimento.
Un costrutto "Molten" che finisce nell'acqua della fornace diventa "Brittle": rimane stunnato per 10 secondi, chi lo colpisce ha un +50% crit chance, se subisce un colpo da almeno 5000 danni esplode infliggendo 20000 danni a chi gli sta vicino. Una volta esploso si rimuove uno stack del +15% danni di Ignis

Tattica

Dopo aver pulito la stanza la situazione che vi troverete ad affrontare e' questa:



Il boss si trova in un'alcova dove c'e' la "S", le due zone ai lati sono le pozze d'acqua della fornace.
Raid setup classico, 2 tank, 2-3 healer, 5-6 damage dealer. Main Tank assegnato ad Ignis, Off Tank assegnato ai Construct. Come offtank e' preferibile un Death Knight (Death Grip e Chains of Ice aiutano moltissimo nel compito) o comunque qualcuno che abbia maggiore confidenza con l'incontro. Due ranged DPS saranno i "cecchini": devono semplicemente essere in grado di sparare un singolo colpo che faccia 5000 danni. Devono essere ranged perche' l'esplosione del construct e' generalmente letale per le classi non tank (o cmq c'e' grosso rischio).

Il MT si prende Ignis e deve fare in modo di fargli incendiare con lo Scorch, a rotazione, le quattro zone segnate con il triangolo rosso. Le quattro zone devono essere vicine all'acqua ma non troppo: se il "centro" della zona e' nell'acqua la zona non viene incendiata per nulla. Dopo ogni Scorch il MT si sposta, kita Ignis nella posizione successiva seguendo l'ordine 1-2-3-4, lo dirige in maniera tale da fargli incendiare il terreno vicino alla pozza d'acqua e cosi' via. Tenere conto che durante il lancio dello Scorch il boss resta fermo e il tank puo' iniziare a levarsi, prendendo danni risibili dallo Scorch e risparmiando tempo.

L'OT ha il compito delicato di prendersi i Construct e metterli in cottura sul terreno incendiato, dopodiche', una volta fatti diventare Molten, deve metterli nell'acqua e lasciarli ai cecchini. Detto cosi' sembra facile, ma serve un minimo di pratica. Un Death Knight semplifica moltissimo il lavoro, sia grazie al Death Grip che consente un posizionamento semplice che grazie alle Chains of Ice che bloccano il construct nel fuoco dalla distanza, riducendo i danni che puo' infliggere.

I DPS e gli healer stanno generalmente nel mezzo, in maniera tale da essere sempre in range per le cure qualora venissero presi dallo Slag Pot. I cecchini scelti sono generalmente due proprio per evitare che lo Slag Pot si mangi l'unico cecchino proprio mentre e' richiesto. Dentro lo Slag Pot e' possibile lanciare incantesimi, quindi le classi che possono curarsi possono farlo. Fare attenzione ai Flame Jets, ovviamente, e' d'obbligo: rimanere fermi per 8 secondi, soprattutto se si e' healer, puo' trasformarsi in un wipe in un battibaleno.

Qualora l'OT venisse preso dallo Slag Pot (possibilissimo) i DPS dovranno ingegnarsi per 10 secondo utilizzando root di vario genere (Frost Nova, Frost Shock, Roots, Hamstring, stun vari, ecc...) per impedire al Construct di raggiungere il bersaglio del threat (e soprattutto per lasciarlo a cuocere sul terreno infuocato).

Hard Mode

Ignis non ha un Hard Mode. Next!

Achievement

Ed eccoci arrivati all'angolo degli Achievement! Ignis e' contemplato nel raggiungimento di:
# The Siege of Ulduar (Heroic: The Siege of Ulduar) - sconfiggi Flame Leviathan, Ignis, Razorscale e XT-002 Deconstructor
# Shattered (Heroic: Shattered) - sconfiggere Ignis dopo aver distrutto due Iron Construct a 5 secondi l'uno dall'altro.
# Stokin' the Furnace (Heroic: Stokin' the Furnace) - sconfiggere Ignis in 4 minuti
# Champion of Ulduar (Conqueror of Ulduar) - sconfiggere tutti i boss senza che nessuno muoia durante lo stesso raid lockout.

Prossimo: Razorscale. Stay tuned!

2 commenti:

Rhey 9 giugno 2009 01:32  

Ma che crogiolo?! Quello è il marsupio

MaDdi3 9 giugno 2009 10:29  

Tru! Correggo! xD